Siamo condannati ad amarci. Oppure a farci solo danno tutto il tempo, l'un l'altro, come imbecilli.

sabato 26 marzo 2011

Vogue lancia petizione suicida

Secondo alcuni Vogue.it è una fra le principali fonti di ispirazione anoressica: in particolare feconda risorsa per gli innumerevoli "blog pro-ana" che fra le sue pagine trovano sempre nuove "thinspo". Sarebbero? sarebbero le foto di ragazze irraggiungibili, tra il fumettistico, lo scheletrico e il malato (ma tutte molto eleganti!), con cui popolano i loro blog per ispirarsi a stare con la bocca ben chiusa. Oppure, se mangiano, a espellere subito tutto.
Questi blog stanno proliferando a dismisura, facendo venire a galla the awful truth: le "anoressiche" NON sono 4 pazze chissà dove, ma le nostre sorelle, amiche, compagne, figlie, studentesse (ma anche tantissimi maschi) e insomma brulicano ovunque intorno a noi. Di conseguenza proliferano anche i loro blog e - come un virus - causano grave CONTAGIO, in una crescita esponenziale della malattia.
Ora Vogue.it, secondo la collaudata tecnica de "la miglior difesa è l'attacco", liquida frettolosamente decenni di allarmi e ricerche, tutte le Cassandre che mettevano in guardia contro i modelli della moda, e conclude:
Moda: innocente
Vogue: innocente
Stilisti: innocenti
Blog pro-ana: COLPEVOLI. Tutti da censurare, tutti fuori dalla rete.
Trascurando però un dettaglio: se i blog pro-ana sono pericolosi, è solo perchè fanno tendenza... la stessa che fa Vogue, peraltro.
Allora occhio, però: o Vogue.it ritocca tutte le sue foto, o accetta solo modelle sane, oppure se la petizione la vince, per favore fuori dal web pure lei.
Morale.. consigliamo alla Direttora di considerare QUESTE ONESTE PROPOSTE.

9 commenti:

  1. Ciao. sono la blogger del sito www.iadkiller.org tu hai commentato sul mio articolo inerente l'anoressia e il web, io faccio lo stesso...
    (a proposito, se dovessi/volessi commentare nel mio blog una prossima volta, nel campo "sito web" metti l'indirizzo del tuo blog ovvero http://ilpartitodellamore.blogspot.com così che le persone che leggono i commenti possono avere accesso diretto anche al sito tuo e tu puoi avere dei linkback)
    Personalmente apprezzo quando una persona specie da una rivista autorevole prende posizione su una problematica grave come l'anoressia.
    Però le posizioni vanno anche rispettate, e non è con la censura che si risolvono i problemi né predicando bene e razzolando male.
    Io non posso vedere le foto di "vogue"
    per motivi oggettivi...
    Ma se le persone giovanissime vogliono arrivare a certi obiettivi nocivi per la loro salute, certamente da qualcuno devono aver appreso un messaggio distorto... a me dà idea che voler censurare i pro-ana sia come voler pretendere di raccogliere tutte le piume, quando hai spennato una gallina e hai lasciato volar tutte le penne al vento. rendo l'idea?
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. il problema è che fintanto che i punti di riferimento sono le modelle o le veline queste cose accadranno sempre. Bisognerebbe avere un altro "modello" per venirne fuori e in questo oltre alla famiglia anche la TV non è esente da colpe.

    RispondiElimina
  3. speriamo che si suicidi davvero :-((

    RispondiElimina
  4. Petizione suicida: OTTIMA OSSERVAZIONE!!
    e in questo caso non so, per alcuni anche un augurio, vedo

    comunque non sei l'unica ad aver avuto questo pensiero:
    http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2011/03/28/forse-poi-chiudono-anche-vogue/

    <3

    RispondiElimina
  5. Concordo sulla petizione. Io non ne soffro ma conosco ragazze che con questa malattia ci convivono a fatica.

    RispondiElimina
  6. Ciao, non penso ci conosciamo, per cui mi presento:
    Sono Stefania, ed ho il blog http:\\settepassi.blogspot.com.
    Girando su internet, ho trovato il tuo sito, ritenendolo interessante e non da meno molto intelligente. Non voglio unirmi alla solita schiera di frasi retoriche dette sull'argomento in questione, che gira ovviamente sull'insieme di media che danno cattivi riferimenti ai giovani ecc. Non lo ripeto perchè sono d'accordo e, ripeterei l'ovvio! Però mi sento di aggiungere che da che mondo e mondo, modelli di riferimento sbagliati ci sono sempre stati, semplicemente stava alla persona stessa cercare di rimanere con i piedi ben piantati a terra! Purtroppo, come dice TALKSINA, su in alto, non possiamo impedire ai ragazzi di seguire questi modelli, la verità, dal mio modesto punto di vista è che il vero problema sta alla radice della questione e cioè dal fatto che tutto è viziato dall'ideale di partenza ... una droga come un'altra che ti da un'illusione, o meglio unb'allucinazione, che finito l'effetto ti svuota di tutto persino dell'anima! E in tutto questo le famiglie dove sono? ...la verità è che non ci sono più nemmeno le famiglie di una volta, non parlo di quelle eccessivamente puritane, ma di quelle che sapevano daarti libertà e sani principi nell'insieme. Continua così! Bellissimo blog!

    RispondiElimina
  7. raccolto appello, vi rimando alla pagina FB "appelli critici alla petizione"
    http://www.facebook.com/album.php?aid=49153&id=135455783154971
    dove verranno radunati i post che lo sottoscrivono.

    A Settepassi (bel nome, ti riferisci al serpente corallo?) vorrei dire: quel che dici è sacrosanto, ma ha poco a che vedere con l'appello che contesta quella petizione.
    Per perdere meno tempo ti rimando a questa paginetta:
    http://amorecontroana.blogspot.com/p/lanoressia-e-un-business.html
    da cui riporto solo una frase: "Ciò che genera il ricorso alle droghe è SEMPRE UN MIX che attecchisce su un terreno. I PROBLEMI RELAZIONALI (magari in seno a una specifica famiglia) si sviluppano diversamente se i messaggi che provengono dal contesto sociale sono sani, oppure malati; se i modelli fanno riferimento a valori, o a miti di pastica; se cresciamo educati a essere critici e coscienti, oppure bombardati da messaggi ipnotici".

    Perciò.. TORNANDO all'argomento della petizione: questa ruota SOLO sull'aspetto del messaggio mediatico, ma accusando SOLO i blog delle ragazze cascate un trappola. Ma se i cattivi modelli fanno male ammetterai che anche il fashion system debba assumersi le proprie responsabilità.

    ma c'è anche un altro aspetto: ti sei accorto che la Sozzani, dopo aver individuato come sole colpevoli le ragazze filo-anoressia, propone una legge basata sulla CENSURA?
    Concordo con chi si preoccupa (anche) di questo, considerato che potrebbe essere un grimaldello per poi censurare "altro".

    RispondiElimina
  8. Did you heard what Rob Matts said about that?

    cheap clomid

    RispondiElimina
  9. IPOCRISIA ALLO STATO PURO!

    Ho creato un video denuncia contro questa gravissima speculazione mediatica operata dalla Sozzani.

    Se pensi che la Sozzani sia in verità una "Zozzona" che specula addirittura sulle malattie: metti anche tu il pollice in su!

    Guarda il video

    http://www.youtube.com/watch?v=zKCEvITHgSI

    RispondiElimina