Siamo condannati ad amarci. Oppure a farci solo danno tutto il tempo, l'un l'altro, come imbecilli.

domenica 3 ottobre 2010

Barzellette che non fanno ridere

Perfino fra quelli che, diciamo per "educazione"... non possono non ridere, risate poche e a denti stretti.

Ma che strano..!! eppure è così divertente!.. Ma forse è solo perché questa barzelletta, che il sig. B. ama tanto da raccontare più e più volte, era già vecchia?..
Guardateli bene, quelli che qui sotto ascoltano (in un'ALTRA occasione) la STESSA barzelletta: perché ridono di gusto.

Ma forse siamo noi, che non abbiamo sense of humour? o.O
... sarà forse colpa della solita polverosa e rancorosa "sinistra". Mah. Bah! Boh.
E intanto, visto che non ci pensa nessuno, in attesa che venga in mente a qualcuno, questo moscerino si inginocchia davanti alla comunità ebraica e in ginocchio chiede perdono per chi non sa farlo, non lo farà mai, e nemmeno sa quello che fa - né quel che dice.

9 commenti:

  1. Il dubbio è che sappia benissimo quello che dice e quello che fa: il che rende ancora più tragica la vicenda.
    Se si rendesse conto di essere lo smemorato di Collegno, avrebbe un'attenuante.
    Attenuante che non avrebbe quel branco di deficenti che ride a ogni sua scorreggia.

    RispondiElimina
  2. a me chi stupisce son quei coglioni che ridono

    RispondiElimina
  3. ancora piace:
    perché è ricco come vogliono essere tutti quelli che giocano all'enalotto,
    perché è vincente,
    perché é "spiritoso" anche a sproposito,
    perché è donnaiolo,
    perché è furbo e ci sa fare,
    perché vende bene la sua merce.
    Se diminuiscono gli italiani che si lascano abbindolare, potrebbe cadere con un semplice pernacchio;
    come quello insegnato con dovizia da Eduardo
    http://www.youtube.com/watch?v=gkrnK0igAP0

    RispondiElimina
  4. Per non parlare del bestemmione a L'Aquila.

    RispondiElimina
  5. A proposito: "Quindi funziona così: se bestemmi in un reality show (di qualsiasi rete) ti buttano fuori. Se bestemmi a scuola ti mettono una nota o ti sospendono. Se bestemmi in campo, sei squalificato.
    Se sei il premier e bestemmi non succede nulla. In particolare se lo hai fatto nell’ambito di una barzelletta sessista.
    Poi funziona così: se sei un artista italiano produce un’opera che rappresenta una mano con un dito medio in evidenza, la giunta della città in cui quest’opera si trova, non vede l’ora di toglierla di mezzo, la tua opera.
    Se sei invece il premier, puoi alzare il dito medio, fare le corna, e anche smanacciarti il pacco, all’occorrenza.
    E ancora. Se sei un padre di famiglia, è sconsigliatissimo andare a puttane, a meno che, ovviamente, tu non sia il premier.
    E potrei andare avanti per tutta la notte, ma ho sonno. E io non posso dormire la mattina in ufficio. Non sono mica il premier.

    RispondiElimina
  6. Ma chi è più cretino lui o chi lo segue?
    Mi sono sempre chiesta come un'uomo come Hitler possa aver avuto tante persone che lo seguivano, perchè una persona può uscire pazza, ma la pazzia collettiva non la concepisco, la stessa cosa vale per lui, uno può pure essere idiota, ma la cosa incredula è la folla che lo segue.

    RispondiElimina
  7. Ciao cara, un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  8. grazie, al consesso di 4 gatti che si prende la briga di leggere il mio telegiornale e perfino di commentarlo.. grazie davvero!
    Caro Novalis, il tuo commento ha ispirato una mia amica, che mi ha detto ci farà un video.. staremo a vedere!

    RispondiElimina